print preview

Il Consiglio federale rafforza la cooperazione in materia di istruzione con il Kenia per le missioni internazionali di pace

Berna, 08.09.2021 – Nella sua seduta dell’8 settembre 2021 il Consiglio federale ha approvato l’accordo con il Kenia sulla cooperazione in materia d’istruzione per le missioni internazionali di pace. L’Accordo consentirà in particolare di sostenere ulteriormente l’International Peace Support Training Centre (IPSTC) di Nairobi e di rafforzare le possibilità di cooperazione con i tre Centri ginevrini per la politica di pace e di sicurezza.

L’ONU intraprende da anni sforzi volti a sviluppare e ampliare le capacità regionali per missioni internazionali di pace – nella convinzione che organizzazioni e attori regionali (quali ad esempio centri d’istruzione) sono di solito più idonei a contribuire alla distensione e alla risoluzione di conflitti, adottando misure adeguate sul posto.

Anche il Kenia dispone di un centro internazionale d’istruzione, l’International Peace Support Training Centre (IPSTC) di Nairobi. L’IPSTC ha sviluppato forti radici e legami regionali ed è sostenuto dall’ONU, dall’Unione africana e da numerosi singoli Stati.

Istruzione di truppe di pace regionali secondo standard internazionali

Per la Svizzera è di fondamentale importanza che le truppe di pace e gli esperti regionali siano istruiti secondo standard internazionali negli ambiti tematici necessari per l’adempimento di mandati dell’ONU. La piena abilitazione allo svolgimento dei mandati dell’ONU consente di rimediare ai punti deboli di volta in volta individuati dalle Nazioni Unite o da Stati che mettono a disposizione truppe.

Oltre al transfer di conoscenze, questa prestazione di supporto può comprendere anche specializzazioni in ambiti connessi all’istruzione (p. es. allestimento di piattaforme di formazione digitali).

Cooperazione con i Centri ginevrini per la politica di pace e di sicurezza

Il Kenia è interessato a cooperare anche con i tre Centri ginevrini per la politica di pace e di sicurezza (Centro ginevrino per la politica di sicurezza GCSP, Centro internazionale per lo sminamento umanitario GICHD, Centro per il controllo democratico delle forze armate DCAF) e con il centro d’istruzione per gli impieghi di promovimento della pace in seno al Centro di competenza SWISSINT.

L’accordo consente di facilitare gli scambi tra i centri d’istruzione e di individuare tempestivamente le necessità e le sfide imposte dalle moderne situazioni di conflitto. Le conoscenze acquisite potranno inoltre confluire nei lavori dell’Esercito svizzero a favore delle missioni internazionali di pace dell’ONU.

Per ulteriori informazioni

Carolina Bohren
Portavoce del DDPS
+41 58 467 00 24

Editore