Partecipazione al Centro di eccellenza per la ciberdifesa cooperativa

Berna, 22.05.2019 – La Svizzera auspica un miglioramento della collaborazione sul piano internazionale per far fronte ai ciber-rischi. Questo è il motivo per il quale in occasione della sua seduta del 22 maggio 2019 il Consiglio federale ha approvato la partecipazione della Svizzera al Centro di eccellenza per la ciberdifesa cooperativa con sede a Tallinn in Estonia.

Il Centro di eccellenza per la ciberdifesa cooperativa (CCD COE), con sede a Tallin in Estonia, mira a incentivare la cooperazione nell’ambito della ricerca e della formazione in materia di ciberdifesa e cibersicurezza. Il CCD COE è finanziato da 21 Paesi. Gli Stati partner della NATO in seno al Partenariato per la pace, come la Svizzera, possono associarvisi in qualità di partner contribuenti.

Questa cooperazione consente in particolare alla Svizzera di accedere alle conoscenze e alle informazioni, oltre che alle diverse attività del CCD COE, sia nell’ambito della ricerca che della formazione. La partecipazione contribuisce così all’attuazione della Strategia nazionale per la protezione della Svizzera contro i cyber-rischi. La Svizzera potrà inoltre inviare uno o due esperti civili o militari presso il CCD COE.

Una partecipazione della Svizzera al CCD COE non pone problemi da un punto di vista giuridico e della politica di neutralità. Il CCD COE non fa parte della Struttura di Comando NATO e non ha un mandato operativo. D’altro canto la partecipazione della Svizzera non genera diritti o obblighi derivanti dal diritto internazionale. La Svizzera può quindi definire, in ogni momento, la natura della sua collaborazione con il CCD COE.

Per ulteriori informazioni

Valentine Zubler
Portavoce del DDPS
+41 58 481 87 54

Informazione DFAE
+41 58 462 31 53
info@eda.admin.ch

Editore