print preview

Ammodernamento Duro: 873 veicoli consegnati e già in servizio

Berna, 19.07.2021 – Nel primo semestre del 2021, altri 190 Duro sono stati ammodernati e consegnati all’esercito per il relativo impiego. La conversione dei restanti veicoli procede secondo i piani. La consegna di tutti i 2’220 Duro ammodernati è prevista entro il 2024.

Dalla fine del 2020 sono stati consegnati all’esercito altri 190 veicoli ammodernati ed equipaggiati, tra l’altro, con il motore FPT, che soddisfa la norma ecologica sui gas di scarico EURO 6. Di conseguenza, da fine giugno 2021 le truppe hanno a disposizione un totale di 873 Duro ammodernati per l’impiego quotidiano.

Progetto in corso

Il piano prevede la conversione di 30-40 veicoli al mese dall’inizio del 2021 a opera di GDELS-Mowag di Kreuzlingen. Parallelamente, a partire dalla metà del 2021, i 419 Duro originariamente provvisti del motore Steyr e già in servizio saranno gradualmente ritirati e dotati del nuovo motore ecologico FTP. I primi dieci veicoli di questo tipo sono già stati consegnati alle truppe per essere utilizzati. Il collaudo e la consegna di tutti i Duro ammodernati sono previsti entro il 2024. Dopo i lavori conclusivi logistici e formali, il progetto Ammodernamento dei veicoli Duro dovrebbe essere completato nel 2025.

Informazioni sul progetto Ammodernamento dei veicoli Duro

Con il programma di armamento aggiuntivo del 2015, il Parlamento federale ha approvato l’ammodernamento di 2’220 veicoli da trasporto soldati Duro. Il pacchetto di ammodernamento, detto anche pacchetto per il mantenimento del valore, comprende il ripristino del veicolo di base, un nuovo motore con filtro antiparticolato, un nuovo sistema elettrico e di illuminazione per il veicolo, l’elaborazione dell’impianto dei freni, l’integrazione di un sistema anti bloccaggio (ABS) e di un programma di controllo elettronico della stabilità (ESP), nonché una nuova sovrastruttura per il trasporto delle truppe con protezione contro il rischio di ribaltamento integrata e sistema di cinture di sicurezza a 4 punti. Oltre ad aumentare in modo significativo la sicurezza delle truppe, le misure sopra indicate consentiranno al Duro di restare in uso fino al 2040.

Ulteriori informazioni

Per ulteriori informazioni

Kaj-Gunnar Sievert
Capo Comunicazione armasuisse
+41 58 464 62 47

Editore