print preview

Matthias Wolf

Psicologia e filmologia, Università di Zurigo
Ufficio federale della protezione della popolazione, Divisione Istruzione

Matthias Wolf, Ufficio federale della protezione della popolazione, Divisione Istruzione

Come è nata la decisione di svolgere un praticantato presso il DDPS?

Quando ho concluso i miei studi in psicologia e filmologia, un mio buon amico che lavora in ambito militare mi ha consigliato di dare un’occhiata ai numerosi praticantati che offre l’Amministrazione federale. Lì per lì non ci ho prestato molta attenzione, l’ho fatto solo in seguito, quando mia moglie ha letto l’inserzione dell‘UFPP. Questo praticantato per studenti universitari nell’ambito dei media audiovisivi sembrava fare al caso mio!

Nell’ambito del suo praticantato c‘è una giornata tipo sul lavoro?

Il mio praticantato è composto, da un lato, dai lavori preparatori in ufficio e, dall’altro, dalle giornate di riprese fuori sede. Quando sono in ufficio scrivo le sceneggiature, sviluppo i concetti e taglio i film.
Nelle giornate di riprese tutti si ritrovano sul posto. Aiuto sia il regista che il cameraman nei preparativi. È divertente perché sei circondato da molte persone. Si sta tutto il giorno in piedi e alla sera le gambe sono pesanti e la mente è piena di ricordi visivi. La peculiarità è che non dobbiamo girare la nostra fiction in studio, ma possiamo filmare esercizi e istruzioni reali.

Qual è stato il momento che ricorda più volentieri del suo praticantato presso il DDPS?

Il film sulla protezione civile a cui hanno preso parte tutte le organizzazioni partner, come la polizia, i pompieri e la Sanità militare. L’intento di questo film è di mostrare in maniera nitida ai giovani che sono soggetti all’obbligo di leva in cosa consiste la protezione civile. La gamma è vasta: si spazia da chi scrive il protocollo per uno stato maggiore di condotta a chi fornisce assistenza alle persone evacuate. Ho avuto la possibilità di realizzare il progetto con la collaborazione del Centro dei media elettronici del DDPS e di professionisti freelance. Apprezzo molto il fatto che a livello di contenuti ho avuto molta libertà di manovra e mi è stata dimostrata grande fiducia.

Come sono i rapporti con le colleghe e i colleghi?

Le mie colleghe e i miei colleghi sono tutti specialisti che hanno un’enorme competenza tecnica nel loro settore. Sono persone che hanno un background interessante e rivestono funzioni che in Svizzera sono più uniche che rare. Da un lato, è molto interessante poter conoscere persone simili e, dall’altro, è molto istruttivo poter lavorare con loro.
Ho dei contatti anche con i colleghi francofoni. Hanno un’apertura mentale e una socievolezza che mi va a genio. E il mio francese non ha potuto che trarne beneficio.

Sa già cosa farà dopo il suo praticantato?

Durante il mio praticantato ho capito rapidamente dove si delineano nuove opportunità lavorative. Mi è già stato chiesto in via non ufficiale se posso concepire l’idea di continuare a lavorare all’UFPP. Una seconda variante sarebbe quella di passare al Centro dei media elettronici. Sono già in contatto con alcuni collaboratori e posso benissimo immaginarmi un perfezionamento professionale in questo Centro.