Torna alla Pagina iniziale

La truppa riceverà un software per la gestione dei congedi

Il Consiglio degli Stati ha respinto una mozione che chiedeva di mettere a disposizione degli ufficiali che esercitano un comando un software per le attività amministrative fuori del servizio e in particolare per i congedi. Ciò è motivato dal fatto che l’esercito sta già realizzando quanto richiesto.

06.12.2018 | Comunicazione DDPS, Marco Zwahlen

181206-parlament-software


«Il Consiglio federale è incaricato di mettere a disposizione dell'esercito, e quindi degli ufficiali che conducono un comando, un software per le attività amministrative fuori del servizio e in particolare per i congedi.» Questo è quanto chiedeva il consigliere nazionale Marcel Dobler (PLR, SG) in un suo intervento parlamentare. Egli ha motivato la sua mozione affermando che con un simile software gli ufficiali di milizia potrebbero comprovatamente risparmiarsi i tre quarti del loro onere lavorativo. «Una riduzione dell'onere amministrativo al di fuori del servizio aumenterebbe l'attrattiva dell'esercito e contribuirebbe a garantire anche in futuro il fabbisogno di nuove leve.»

Il Consiglio nazionale ha accolto la mozione nel giugno 2018. Il Consiglio degli Stati l’ha invece respinta all'unanimità. Ciò è motivato dal fatto che l’esercito sta già realizzando quanto richiesto. Si mira addirittura a una soluzione che sarà a disposizione anche della truppa, ossia di ogni militare. Questo sarà reso possibile dall’applicazione mobile «mymilo».

Soluzioni in vista

Con la sua decisione il Consiglio degli Stati segue il Consiglio federale. Il coordinamento delle domande di congedo fa già parte delle soluzioni pianificate e in fase di realizzazione (MILOffice 5 e mymilo). Infatti, già nel 2014 l'esercito ha fornito l'accesso al sistema di gestione del personale dell'esercito (PISA) ai comandanti di tutti i livelli, ai capi del personale (G1) e agli aiutanti (S1), digitalizzando e semplificando in questo modo diversi processi amministrativi. Anche il software MILOffice ha permesso di digitalizzare diversi lavori amministrativi, in particolare a livello di compagnia, e di scambiare dati con il sistema PISA. Con l'ulteriore sviluppo di MILOffice (l'introduzione sarà conclusa a fine 2019) e il progetto mymilo (un'applicazione mobile per tutti i militari, realizzazione a partire dal 2020) si agevolano e si sostengono in modo moderno i comandanti di unità nel quadro della gestione amministrativa della propria unità. Le domande di differimento del servizio, le domande di congedo, l'interazione con la truppa nonché le notifiche saranno possibili 24 ore su 24 tramite cellulare, tablet e PC. Tali soluzioni militari garantiscono inoltre in ogni momento la sicurezza dei dati personali.