print preview Torna alla Pagina iniziale

Il Parlamento approva crediti complessivi per circa 2 miliardi di franchi

Il Consiglio degli Stati approva il Messaggio sull’esercito 2019 con tre crediti complessivi per un ammontare di circa 2 miliardi nonché una modifica della legge militare.

24.09.2019 | Comunicazione DDPS, Marco Zwahlen

Armeebotschaft 2019


I crediti d’impegno che il Consiglio federale sollecita al Parlamento per gli investimenti dell’esercito sono suddivisi tra il programma d’armamento (861 mio. franchi), i crediti quadro per il materiale dell’esercito (762 mio. franchi) e il programma degli immobili del DDPS (414 mio. franchi). Il Consiglio federale ha stabilito due ambiti prioritari: migliorare i mezzi d’esplorazione e modernizzare la logistica dell’esercito.

Mortai sotto tiro

Come al Consiglio nazionale, durante l’esame del Programma d’armamento 2019, il credito per i mortai da 8,1 cm 19 per un importo pari a 118 milioni di franchi ha, in particolare, suscitato discussioni in seno al Consiglio degli Stati. Con 30 voti contro 10 e 1 astensione il Consiglio degli Stati ha respinto la proposta di stralciare questo credito. La maggioranza ritiene indispensabile sostituire i mortai attuali, impiegati da oltre 40 anni, e considera che l’Esercito svizzero debba mantenere integralmente le proprie capacità operative e disporre anche in futuro di diversi sistemi d’arma per poter appoggiare con fuoco indiretto le formazioni da combattimento. Poiché i nuovi mortai sono più precisi, il loro impiego permette inoltre di ridurre i danni collaterali. La minoranza ritiene invece che l’acquisto dei mortai non si basi su un’ipotesi di conflitto realistica. Inoltre, l’impiego di simili sistemi d'arma è oggetto di crescenti critiche a livello internazionale e da parte di organizzazioni umanitarie.

È rimasto incontestato l’acquisto di intensificatori di luce residua, apparecchi a immagine termica e dispositivi di puntamento laser (213 mio. franchi), di un sistema d'esplorazione tattico (380 mio. franchi) e di autocarri (150 mio. franchi). Nella votazione sul complesso il Consiglio degli Stati approva il Programma d’armamento 2019 con 43 voti.

Crediti quadro e programma degli immobili incontestati

Con 43 voti il Consiglio degli Stati approva i crediti quadro per il materiale dell’esercito 2019 (762 mio. franchi). Anche il programma degli immobili del DDPS è rimasto incontestato. Esso è stato approvato dal Consiglio degli Stati anche con 43 voti.

Sostegno finanziario ai sottufficiali

Con 43 voti il Consiglio degli Stati approva la proposta del Consiglio federale di modificare la legge militare. Analogamente a quanto già previsto per l’avanzamento a ufficiale o a sottufficiale superiore, occorre creare, mediante un’indennità finanziaria per formazioni o formazioni continue in ambito civile, un ulteriore incentivo all’assolvimento dell’istruzione a sottufficiale. Con tale modifica si intende rendere più interessante la carriera di quadro per i sottufficiali.

Con le decisioni del Consiglio degli Stati il programma d’armamento, i crediti quadro per il materiale dell’esercito e il programma degli immobili sono stati approvati dal Parlamento. La modifica della legge militare è pronta per il voto finale. Il Consiglio nazionale ha già trattato i progetti nello scorso mese di giugno.