print preview Torna alla Pagina iniziale

Il Parlamento vuole un piano d’azione Digitalizzazione della geologia del sottosuolo

In Svizzera lo sfruttamento del sottosuolo acquista sempre maggiore importanza. Il Parlamento e il Consiglio federale intendono tener conto di tale evoluzione.

05.05.2021 | Comunicazione DDPS, Marco Zwahlen

«Il Consiglio federale è incaricato, in collaborazione con i Cantoni, di redigere un piano d’azione Digitalizzazione della geologia del sottosuolo volto a garantire investimenti futuri per le infrastrutture sotterranee, lo sfruttamento delle georisorse e lo stoccaggio dei rifiuti. È necessario tenere conto degli interessi dei proprietari di informazioni geologiche», questo quanto afferma il testo di una mozione presentata da entrambe le Camere. Il suo autore è l’ex consigliere nazionale Karl Vogler (PPD, OW). È stata ripresa alla fine del 2019 dal consigliere nazionale Stefan Müller-Altermatt (PPD, SO).

L’obiettivo dell’intervento parlamentare è di ridurre le lacune a livello di conoscenze relative alla geologia del sottosuolo per diminuire i rischi nella realizzazione di investimenti. In Svizzera lo sfruttamento del sottosuolo acquista sempre maggiore importanza, non da ultimo in seguito alla pressione urbana e alla contemporanea protezione dei terreni coltivabili. In questo contesto sono di importanza basilare le infrastrutture sotterranee (costruzioni, reti, mobilità), lo sfruttamento delle georisorse (energia, acqua, materie prime minerali) e lo stoccaggio dei rifiuti (stoccaggio di CO2 e scorie radioattive). Le attività intraprese al riguardo in Svizzera generano annualmente investimenti di svariati miliardi di franchi.

Piano d’azione con i Cantoni

Il Consiglio nazionale ha approvato la mozione nel giugno 2020. Senza voti contrari, ha ora ripreso l’unica divergenza emersa al Consiglio degli Stati. La Camera alta ha modificato la mozione nel marzo 2021 in modo da rendere obbligatoria l’elaborazione del piano d'azione in collaborazione con i Cantoni e da tenere pienamente conto dei diritti degli attuali proprietari dei dati, siano essi privati o enti pubblici. Il Consiglio federale sostiene la mozione anche nella forma modificata. Secondo la consigliera federale Viola Amherd finora vi è stata una stretta collaborazione con i Cantoni, che sarà prevista in ogni caso. La consigliera aggiunge inoltre che si i è tenuto conto anche degli interessi dei proprietari dei dati geologici.

Modello geologico nazionale

Con il Modello geologico nazionale, uno dei progetti prioritari del DDPS, l’Ufficio federale di topografia swisstopo nei prossimi anni intende creare una piattaforma informativa per la visualizzazione tridimensionale, l’analisi e la ricerca di dati geologici della Svizzera e colmare quindi una lacuna. Le richieste avanzate con la mozione saranno integrate nel progetto.