print preview Torna alla Pagina iniziale

Il Consiglio federale sostiene le misure per promuovere la presenza delle donne nell’esercito

La quota di donne nell’esercito è molto bassa: soltanto lo 0,7%. La consigliera federale Viola Amherd, capo del DDPS, intende incrementare tale percentuale. Sono già state avviate varie misure. A metà agosto 2019 anche il Consiglio federale ha dichiarato di appoggiare questo impegno.

17.09.2019 | Comunicazione DDPS, Martina Hostettler


Come ribadisce nelle sue risposte a due interventi parlamentari, il Consiglio federale è consapevole del potenziale delle donne per l’esercito e mira a incrementare la quota di militari donne. Il DDPS ha istituito un apposito gruppo di lavoro che esaminerà tutte le questioni inerenti alla promozione della presenza delle donne nell’esercito e proporrà misure al riguardo. Inoltre, il rapporto concernente l’apporto di personale all’esercito, che sarà sottoposto al Consiglio federale alla fine del 2020, si occuperà anche di come reclutare un maggior numero di donne per l’esercito.

Il Consiglio federale sottolinea inoltre che nella vita professionale civile anche le donne, come i loro camerati uomini, beneficiano del valore aggiunto della formazione militare alla condotta. Ciò comprende, tra l'altro, esperienza pratica di condotta, contributi per la formazione civile, attestati di formazione e di competenza, una rete di contatti, il riconoscimento di formazioni specialistiche nonché la computabilità di punti ECTS presso università e scuole universitarie.

Allo scopo di raggiungere meglio le donne, l’esercito ha già avviato alcune misure, ad esempio le giornate informative volontarie in occasione delle quali le giovani svizzere possono informarsi sull’utilità del servizio militare. Oltre a ciò, l’esercito sta esaminando anche altri strumenti e canali, tra cui informazioni nei media sociali.

Titolo Tipo Presentato da
Più militari donne e quadri femminili nell'esercito! Interpellanza Eichenberger-Walther Corina (Gruppo liberale radicale)
Rafforzamento delle opportunità e dei diritti delle donne nell'esercito. Esperienze in altri paesi Postulato Seiler Graf Priska (Gruppo socialista)