print preview Torna alla Pagina iniziale

Le parti e il tutto: le Forze aeree nel sistema globale esercito

L'esercito costituisce un sistema globale votato alla protezione e alla difesa della Svizzera e della sua popolazione in ogni momento. Proteggere lo spazio aereo in ogni condizione e sul lungo periodo è il compito delle Forze aeree, un compito impossibile senza il sostegno di logistica, sicurezza militare, aiuto alla condotta e difesa cibernetica.

11.06.2021 | Comunicazione Difesa, Jonathan Binaghi

Proteggere lo spazio aereo in ogni condizione è il compito delle Forze aeree. © VBS/DDPS, André Scheidegger

L'Esercito svizzero è costituito come un sistema globale. Ciò significa che le differenti specialità sono impiegabili singolarmente solo per svolgere compiti specifici; come è stato il caso - in questo periodo - per l'impiego della logistica (incuso il servizio sanitario) nel prestare servizio d'appoggio alle autorità civili nella gestione della pandemia di coronavirus o, ancora, l'impiego della fanteria per la protezione delle ambasciate, delle truppe di salvataggio in caso di catastrofi naturali o delle Forze aeree per i compiti di polizia aerea.

L'esercito come sistema globale

Le varie specialità, armi e servizi che compongono l'Esercito svizzero, presi singolarmente, non sono in grado di difendere e proteggere la Svizzera e la sua popolazione in ogni circostanza. È in questo caso che diventa chiaro il concetto di "sistema globale". Proprio come gli anelli di una catena, solo lo sforzo comune di tutte le specialità dell'esercito garantisce l'efficacia nel fronteggiare le diverse minacce.

La difesa aerea nel contesto del sistema globale

Lo spazio aereo, in particolare, è una componente essenziale del territorio nazionale. La capacità di proteggere efficacemente lo spazio aereo svizzero in ogni circostanza e per un lungo periodo di tempo, se la situazione lo richiede, non è solo cruciale per la sicurezza della Svizzera, ma anche per la prontezza delle forze armate da impiegare. Come detto, senza protezione dello spazio aereo, un avversario potrebbe ostacolare notevolmente l'esercito già in fase di mobilitazione e, in caso di conflitto armato, un dispiegamento coordinato di truppe di terra sarebbe impossibile.

Proprio come l'esercito non può essere impiegato senza il supporto delle Forze aeree, quest'ultime dipendono dal resto dell'esercito – nel campo della logistica, della protezione delle infrastrutture, della difesa cibernetica o ancora dell'aiuto alla condotta - per svolgere i suoi compiti.

Le Forze aeree danno un contributo essenziale al compimento delle missioni dell'esercito, per esempio sostenendo le autorità civili o la promozione della pace con gli elicotteri. Aerei da combattimento e sistemi di difesa terra-aria sono utilizzati per difendere e salvaguardare e la salvaguardia della sovranità sullo spazio aereo. Con il programma Air2030, che prevede il rinnovo della flotta degli aerei da combattimento e di un sistema di difesa terra-aria di maggiore portata l'esercito sarà in grado di garantire la sicurezza dello spazio aereo per i prossimi 30-40 anni. Sarebbe un errore scegliere i mezzi di cui servirsi esclusivamente basandosi sui bisogni del servizio di polizia aerea; la salvaguardia della sovranità sullo spazio aereo può, a seconda del livello della minaccia, mutarsi in difesa aerea.