print preview

Centro danni DDPS: 20 per cento in meno di casi di danno nel 2020

Berna, 16.03.2021 – Nel 2020, anno atipico, sono stati notificati al Centro danni DDPS 5710 casi di danno. Rispetto all’anno precedente si assiste a una riduzione del 20 per cento. I costi sono diminuiti di 1,39 milioni di franchi attestandosi complessivamente a 11,92 milioni di franchi.

La Confederazione si assume di principio i rischi per i danni ai suoi valori patrimoniali e per le conseguenze in materia di responsabilità civile delle sue attività. I danni causati dall’utilizzo di tutti i veicoli militari e civili della Confederazione, i danni alla proprietà o alle colture causati dall’esercito nonché i danni alle persone civili sono liquidati dal Centro danni DDPS.

Nel 2020 il Centro danni DDPS ha speso 8,04 milioni di franchi per i danni ai veicoli della Confederazione e 1,19 milioni di franchi per i danni ai veicoli civili. Altri 2,03 milioni di franchi sono stati utilizzati per la liquidazione dei danni alle colture e alla proprietà. Per i danni alle persone civili sono stati pagati circa 660 000 franchi. Sul fronte delle entrate il Centro danni DDPS registra regressi e partecipazioni al risarcimento dei danni per circa 648 000 franchi.

La diminuzione del numero di casi di danno e dei costi è, tra l’altro, riconducibile alle mutate condizioni quadro durante la crisi pandemica e al costante lavoro di prevenzione nell’esercito. Diversi grandi esercizi di reparto e corsi di ripetizione sono stati annullati o riportati agli anni successivi, ragion per cui i veicoli militari destinati alla circolazione stradale hanno percorso un numero di chilometri nettamente inferiore rispetto agli anni precedenti. Inoltre durante il lock down dovuto alla prima ondata, ossia nella primavera 2020, si è constatata una sensibile riduzione del traffico sulle strade con conseguente leggera riduzione del rischio di incidenti della circolazione, che rimane pur sempre la principale causa dei casi di danno del Centro danni DDPS. 

La digitalizzazione, che si trova in fase ben avanzata, del trattamento degli affari nel Centro danni DDPS e la rete consolidata con le formazioni militari e le unità partner dell’Amministrazione federale hanno permesso ai collaboratori del Centro danni DDPS e agli specialisti esterni incaricati dal Centro danni DDPS di svolgere i propri compiti senza inconvenienti o ritardi anche con le condizioni quadro straordinarie dovute alla pandemia di coronavirus.

Ulteriori informazioni

Per ulteriori informazioni

Lorenz Frischknecht
Sost. capo della Comunicazione / Portavoce del DDPS
+41 58 484 26 17

Editore