print preview

Rapporti sui progetti del DDPS

Il 28 aprile 2017 il DDPS ha pubblicato il primo rapporto sui suoi progetti. Il capo del Dipartimento intende informare il pubblico periodicamente, in maniera semplice e comprensibile, sui progetti più importanti del Dipartimento. Con i rapporti successivi, il DDPS informerà ogni anno in modo trasparente sullo stato di realizzazione dei progetti principali e sulle sfide con le quali sono confrontati.

Confronto dei rapporti 2018 e 2019

Dei 24 progetti principali presentati nel rapporto dell’anno precedente, nel corso del 2019 è stato possibile concludere il progetto dell’esercito «Sistema integrato d’esplorazione e d’emissione radio (IFASS), fase 2» e il progetto di swisstopo «Realizzazione del Modello topografico del paesaggio svizzero (MTP».

Confrontando questo rapporto con quello precedente si può constatare che, globalmente, a fine 2019 la valutazione dei criteri «obiettivi», «finanze», «personale» e «scadenze» è lievemente migliore. Su complessivi 23 progetti, per otto tutto procede «secondo i piani». Per altri otto progetti, tre o tutti i criteri ottengono la valutazione «limitato» invece di «secondo i piani». Per sei progetti, due o tre criteri ottengono la valutazione «secondo i piani». Un progetto non può ancora essere valutato, poiché la fase concettuale non è ancora iniziata.

Una delle maggiori sfide consiste nel reperire personale interno sufficientemente qualificato. Ciò può avere un influsso sui tempi di realizzazione di alcuni progetti. I provvedimenti per affrontare tale problematica sono attuati dalle relative direzioni di progetto. Ciononostante, per nessun progetto un criterio è stato valutato in modo così negativo da dover richiedere una correzione a livello di vertici del Dipartimento.

Nel presente rapporto è stato incluso il progetto relativo alle prestazioni di base delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nel DDPS.

 

A partire dal 2020 la scelta dei progetti principali avviene sulla base dei nuovi criteri seguenti:

  • si tratta di un progetto chiave della Confederazione nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione;
  • il progetto è finanziariamente importante e prevede oltre 100 milioni di franchi di investimenti;
  • l’onere interno in materia di personale supera i 10 anni/persona;
  • si tratta di un progetto pluriennale (durata);
  • il progetto ha una elevata rilevanza politica e/o strategica per il Dipartimento e l’ufficio; 
  • l’interesse pubblico per il progetto è elevato;
  • il progetto è complesso e presenta un elevato potenziale di rischio.

Ne consegue che nel prossimo rapporto non figureranno più determinati progetti, mentre si riferirà periodicamente su altri progetti, ad esempio l’acquisto del mortaio da 12 cm 19 o la modernizzazione del Duro.
 

Comunicati

Documenti

Tutte

Video

Conferenza stampa del 28 aprile 2017 con il consigliere federale Guy Parmelin