print preview Torna alla Pagina iniziale

Un chiaro sostegno al servizio d'appoggio dell'esercito

Il Consiglio degli Stati ha approvato il servizio d'appoggio fornito dall'esercito nell’ambito dei provvedimenti per combattere la pandemia di COVID-19.

04.05.2020 | Comunicazione DDPS, Marco Zwahlen

 

Il relativo decreto è stato approvato con 42 voti e 1 astensione. In occasione del servizio d'appoggio nell’ambito dei provvedimenti per combattere la pandemia di COVID-19 l’esercito ha in particolare i compiti seguenti:

  • aiutare le strutture ospedaliere civili nel settore delle cure di base,
  • trasportare pazienti contagiosi,
  • sgravare i corpi di polizia cantonali e
  • appoggiare l’Amministrazione federale delle dogane.

Per rispondere alle esigenze delle autorità civili l’esercito utilizza l’insieme degli strumenti a sua disposizione: mobilitazione, proroga di corsi di ripetizione e, per la prima volta, chiamata in servizio di militari ancora incorporati ma che hanno già adempiuto il totale obbligatorio dei loro giorni di servizio d’istruzione in qualità di militari in ferma continuata.

Stipendio completo e fino a 38 giorni di servizio

Il Consiglio degli Stati ha preso atto con soddisfazione che l'impiego delle truppe chiamate in servizio – la più ampia mobilitazione dalla Seconda Guerra mondiale – si è svolto in modo positivo e ringrazia tutti per il loro impegno. Appoggia inoltre la decisione del Consiglio federale di versare la totalità dello stipendio ai militari impiegati e di computare sino a due corsi di ripetizione per il servizio prestato (quindi sino a un totale di 38 giorni di servizio). Il Consiglio degli Stati ha infine espresso particolare soddisfazione per il fatto che il DDPS intende condurre un'analisi del servizio d'appoggio fornito, così da trarre i debiti insegnamenti in vista di eventuali impieghi futuri.

Probabile finanziamento mediante il budget dell’esercito

Attualmente i costi non possono ancora essere quantificati. L’ammontare totale dei costi dipende dall’entità del servizio d’appoggio, ovvero soprattutto dal numero di militari chiamati in servizio e dalla durata del loro impiego. I costi dell’impiego verranno in linea di principio assorbiti dal budget stanziato per il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS). Se tuttavia ciò non fosse possibile, il DDPS chiederà un credito aggiuntivo. Le spese supplementari per le indennità di perdita di guadagno saranno coperte dal pacchetto di misure del Dipartimento federale dell’interno (DFI).