print preview Torna alla Pagina iniziale

Giornata internazionale della donna: misure volte a incrementare la quota femminile nell’esercito

Per la Giornata internazionale della donna (8 marzo) il DDPS pubblica il rapporto del gruppo di lavoro «Donne nell’esercito». La consigliera federale Amherd ha incaricato il Comando dell’esercito di attuare le misure proposte nel rapporto volte a incrementare la quota femminile. Queste spaziano dall’istituzione di un servizio per le donne all’interno dell’esercito a misure volte a conciliare meglio il servizio militare, il lavoro, la formazione e la famiglia. Inoltre, uno studio scientifico esterno illustrerà la situazione delle donne nell’esercito e costituirà la base dei lavori in corso e di quelli futuri.

08.03.2021 | Comunicazione DDPS

 

Oggi nell’esercito la percentuale di donne è dello 0,9 per cento, percentuale che il capo del DDPS, consigliera federale Viola Amherd, intende aumentare attuando diverse misure. Un gruppo da lei istituito ha elaborato una serie di proposte. La consigliera federale Amherd ha incaricato l’Aggruppamento Difesa di avviare, in collaborazione con il gruppo di lavoro, le misure proposte.

Nuovo servizio per le donne e studio scientifico per lavori futuri

Verrà istituito un servizio per le donne, tra i cui compiti figurerà anche quello di coordinare le diverse attività nell’ambito della promozione delle donne. Fungerà anche da servizio di contatto per tutte le questioni relative alla parità tra uomo e donna.

Inoltre, in vista dei lavori già in corso e di quelli futuri, il capo del DDPS ha deciso, dando seguito alla proposta del gruppo di lavoro, di commissionare uno studio esterno sulla situazione delle donne nell’esercito.

Altre misure

Vengono proposte diverse misure di comunicazione e d’informazione per far sì che un maggior numero di donne scelga di prestare servizio nell’esercito.

Occorre inoltre migliorare la conciliabilità tra servizio militare, formazione/lavoro e famiglia. Saranno elaborati modelli alternativi di servizio. Il lavoro a tempo parziale deve essere possibile per i militari di professione e va chiarito il sostegno per la custodia di bambini.

Nell’ambito dell’istruzione e del perfezionamento i quadri devono essere in grado di individuare tempestivamente situazioni di discriminazione, sessismo e violenza e di affrontarle in modo adeguato.

Per quanto riguarda gli alloggi dei militari, ogni ristrutturazione dovrà tener conto del fatto che i locali siano adeguati alle esigenze delle donne e siano equivalenti a quelle degli uomini.

Progetti in corso

Il DDPS ha già avviato diverse iniziative nell’ambito della promozione delle donne nell’esercito, come ad esempio il progetto «Acquisizione, fidelizzazione e consulenza», la campagna per il reclutamento di donne «La sicurezza è anche donna», la presenza di militari a fiere delle professioni e saloni rivolti al grande pubblico e l’elaborazione di una prospettiva di genere da parte dell’Aggruppamento Difesa.

Già nel 2020 si era pensato di celebrare la Giornata internazionale della donna in seno all’esercito. Data la situazione epidemiologica, non è stato possibile farlo lo scorso anno e non sarà possibile neppure nel 2021. La prossima giornata delle donne in seno all’esercito è prevista per il 4 marzo 2022.