Viaggiatori con finalità jihadiste

Dschihadistsch motivierte Reisebewegungen - Zahlen Mai 2018

Spostamenti all’estero con finalità jihadiste – dati maggio 2018

Il Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) pubblica regolarmente dati aggiornati sulle persone che, partite all’estero con possibili finalità jihadiste, si sono trattenute o si trovano ancora in zone di conflitto. Finora sono stati registrati 93 casi, (non ci sono stati cambiamenti rispetto ai dati del mese di febbraio 2018).

Dal 2001 a oggi sono state rilevate 93 partenze verso zone di conflitto. 79 persone si sono recate in Siria e in Iraq, 14 in Somalia, Afghanistan e Pakistan. È importante sottolineare che si tratta di dati complessivi: alcune persone si trovano ancora nel medesimo luogo, 32 sono decedute (26 i casi confermati), altre si stanno spostando all’interno delle zone di conflitto o sono rientrate in Svizzera.

Nessun nuovo caso è stato aggiunto agli 93 casi presenti nell’elenco del SIC del mese di febbraio 2018. Dal 2016 non sono state constate partenze dalla Svizzera. Il numero complessivo di persone rientrate in Svizzera dopo un viaggio all’estero con possibili finalità jihadiste si assomma a 16 (tra cui 13 casi confermati). Per i tre casi classificati come «non confermati» non sono stati trovati riscontri di finalità jihadiste e/o non è stato possibile individuare con certezza la destinazione esatta del viaggio. Tali casi restano oggetto di indagini del SIC.

Tra questi 93 casi ci sono 32 persone che hanno la nazionalità svizzera (di cui 20 con doppia cittadinanza). Il SIC non fornisce ulteriori indicazioni sull’identità degli interessati (età, sesso, nazionalità, domicilio, ecc.). La collaborazione del SIC con le autorità competenti della Confederazione e dei Cantoni è stretta e ininterrotta (per la Confederazione: Ministero pubblico della Confederazione, Ufficio federale di giustizia, Segreteria di Stato della migrazione, Ufficio federale di polizia, Corpo delle guardie di confine, Dipartimento federale degli affari esteri, ecc. Per i Cantoni: dipartimenti di giustizia e polizia, polizie cantonali, ecc.).

Nel mese di maggio 2013 il SIC ha comunicato di aver individuato dal 2001 complessivamente circa 20 persone recatesi dalla Svizzera verso zone di conflitto con possibili finalità jihadiste. Nel mese di maggio 2014 il numero complessivo è salito a 40 e nel mese di febbraio 2018 a 93.

Il SIC pubblica le cifre relative alle persone partite all’estero con finalità jihadiste su base trimestrale, a meno che tali dati non subiscano modifiche significative.

Documenti

Tutte

News

Articoli